Pavimentazioni per esterni: quali sono i materiali utilizzati

 1 settembre 2019 | News
Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram

Pavimentazioni per esterno: Quali sono i materiali utilizzati

La scelta delle pavimentazioni per esterni molto spesso può risultare complessa perché intervengono diversi fattori.
Tra questi, uno dei più importanti è senza dubbio quello che riguarda i materiali utilizzati. Quando si decide di installare un pavimento da esterno è necessario capire che non sempre un prezzo al ribasso sia la soluzione ideale. È sempre meglio trovare il giusto compromesso con materiali di qualità e garantiti.

Vediamo nel dettaglio quali sono i materiali più utilizzati per le pavimentazioni esterne.
Di solito vanno per la maggiore le mattonelle:

  • in pietra, ideale in un contesto rustico per pavimentare terrazzi, balconi aree di giardino etc.
  • in ceramica
  • in gres porcellanato, materiale molto resistente ai graffi, alle abrasioni e agli agenti chimici che può avere diverse finiture.
  • in cotto
  • in calcestruzzo, ideale per percorsi carrabili e personalizzabile per farlo sembrare legno, pietra e mattone.
  • in legno etc.

Inoltre per gli esterni si possono utilizzare anche materiali sintetici, compositi, in plastica, in vetro e addirittura in tessuto.

Quale scegliere?

Una scelta razionale va fatta in base a criteri sia funzionali che estetici.
Vediamo qualche esempio pratico:

In genere una pavimentazione per esterni in pietra risulta essere più piacevole da vedere rispetto al calcestruzzo e viene spesso preferita dato che può essere facilmente personalizzata grazie ai molti colori disponibili e forme che permettono di ottenere disegni e trame particolari e caratteristici. Inoltre un pavimento per esterno in pietra ha anche bisogno di meno manutenzione rispetto ad altre pavimentazioni per esterni. Infatti se compare una crepa o una pietra si rompe basta sostituire la singola pietra.

Al contrario riparare una crepa o piccole rotture in una pavimentazione per esterni in legno può essere molto più complicato.

I pavimenti per esterni in legno offrono meno possibilità di personalizzazione ma se combinati con il giusto design dell’abitazione possono conferirle un tocco lussuoso e distinto. Sono il materiale ideale per i pavimenti per esterni di aree intorno alla piscina oppure verande dove ci si vuole rilassare in estate. Inoltre molto spesso porticati e verande sono realizzate proprio in legno e quindi un pavimento per esterno in legno diventa una scelta quasi obbligata.
Per essere certi che i pavimenti per esterni in legno abbiano una buona durata è bene scegliere legno trattato a pressione. Infatti è uno specifico trattamento utilizzato per le pavimentazioni esterne per contenere e diminuire l’effetto degli agenti atmosferici. Un pavimento per esterno in legno trattato a pressione riduce la probabilità che venga a formarsi della muffa a causa dell’umidità nel corso del tempo. Inoltre utilizzare il legno nei i pavimenti per esterni di cortili e piccoli marciapiedi può essere più conveniente rispetto alla pietra decorativa.

Tra i pavimenti per esterno meno comuni ci sono quelli realizzati in vinile. Il vinile viene spesso preferito, anche se spesso non è molto piacevole da vedere, dato che è un pavimento per esterno perfettamente impermeabile. Inoltre come la pietra il vinile è disponibile in una ampia varietà di diversi colori e modelli e ha anche il vantaggio di essere leggermente meno costoso rispetto ad altri tipi di pavimenti per esterni.

Pavimenti per esterni: la resistenza dei materiali

Tra i diversi materiali che possono essere utilizzati per la pavimentazione per esterni, tutte valide alternative, una delle principali differenze è che alcuni sono più durevoli e resistenti agli agenti atmosferici. Se la sezione in cui desideri installare dei pavimenti per esterni è totalmente esposta agli agenti atmosferici è consigliabile scegliere pavimenti per esterni molto resistenti come cemento, pietra o mattoni. Molto spesso infatti si commette l’errore di privilegiare l’estetica alla funzionalità, usando per esempio materiali poco resistenti e performanti.

Se invece il pavimento per esterno dovrà essere installato in zone riparate, la scelta potrà essere più varia e sicura, sempre andando a considerare le varie caratteristiche principali di ogni materiale.

Pavimenti per esterno: facilità di installazione

Infine una delle caratteristiche che consigliamo di non sottovalutare è quello che riguarda la facilità di installazione.
Alcuni materiali per i pavimenti per esterni sono progettati per adattarsi insieme facilmente a tutte le superfici con minimi lavori di ridimensionamento o taglio delle mattonelle, come ad esempio i pavimenti in cemento o pietra, che sono senza alcun dubbio quelli più performanti a livello di estetica e prestazioni.
Altri materiali, che possono risultare più gradevoli esteticamente, richiedono molto più lavoro in fase di installazione della pavimentazione per esterni.
Tale scelta va operata in relazione anche al budget a disposizione e alla scelta di installare da soli il proprio pavimento per esterno.
Il nostro consiglio è quello di rivolgersi sempre a professionisti, anche perché un’errata installazione potrebbe pregiudicare la durata e l’efficacia dei pavimenti per esterni.

Per qualsiasi informazione, o per essere seguito gratuitamente e senza impegno da un nostro consulente chiama il numero 079 516171

o compila il form di contatto. Prova a dare uno sguardo alla nostra linea classic, elegante e sempre alla moda.